HomeIl Vangelo della DomenicaVIII domenica t.o. Anno A

VIII domenica t.o. Anno A

Is 49, 14-15
Sal 61
1 Cor 4, 1-5
Mt 6, 24-34

Dio o il denaro. Sono come due anelli a cui aggrappare le mani. Ma rispetto alla specialità ginnica di Iuri Chechi, i due anelli sono talmente distanti che non si possono tenere contemporaneamente. Alla fine con tutte e due le mani si devono aggrappare a un solo anello.

La vita di fede sembra vivere di uno strano paradosso che ci mette in tensione ma che non attiva una dinamica perversa di autocontraddizione o di opposizione inconciliabile (come quella di adorare e cercare Dio e il denaro insieme).

 

 

Dio ha il primato su tutto, ma la vocazione che abbiamo, il nostro servizio al bene comune, ha la priorità. Un po' come la "competizione" tra Battesimo ed Eucaristia, una è il primo sacramento, l'altro è il sacramento principale e origine degli altri.

La vita vive di tale tensione e del desiderio di riconciliare l'eternità e il tempo, ciò che è importante/essenziale e ciò che è urgente/necessario. Come per camminare si usano entrambe le gambe alternando i passi e mantenendo l'equilibrio, così la vita di fede in Gesù e insieme di amore per il suo Regno e la sua giustizia.

Share on Facebook

Quattro risate

risate21112014

Nella bacheca di una chiesa si legge questo avviso: Care signore non dimenticate la vendita di beneficenza! E' un buon modo di liberavi di quelle cose inutili che vi ingombrano la casa. Portate anche i vostri mariti.

Articoli correlati

Joomla templates by Joomlashine