IN EVIDENZA - Ultimi video inseriti

II domenica di Quaresima anno A

Gn 12, 1-4a
Sal 32
2Tim 1, 8b-10
Mt 17, 1-9

Il vangelo della Trasfigurazione di Gesù è molto misterioso. Perché compaiono Mosé ed Elia? Di che cosa parlano con Gesù?

Per fede crediamo che quando Gesù risorge per prima cosa va agli inferi (non all'inferno), cioè dalle anime di coloro che erano morti, in grazia di Dio, prima di Lui. Gesù va agli inferi per liberare questi giusti dalla mancata piena comunione con Dio. E li porta al cospetto di Dio a godere della Sua Santità.

Leggi tutto: II domenica di Quaresima anno A

Incontri Scuola di Formazione “Paolo Borsellino”

Carissimi amici,

ricominciano gli incontri della Scuola di Formazione all’Impegno Sociale e Politico “Paolo Borsellino” della Caritas diocesana di Trivento.

Il programma di quest'anno prevede, in modo particolare, il ricordo del Concilio Vaticano II ( a 50 anni dalla sua celebrazione) e la memoria di coloro che ci hanno aiutato a capirlo e viverlo.

 

Leggi tutto: Incontri Scuola di Formazione “Paolo Borsellino”

I domenica di Quaresima anno A

Gen 2, 7-9; 3, 1-7
Sal 50
Rm 5, 12-19
Mt 4, 1-11

Al di là di tutti i buoni propositi, il tempo di Quaresima è l'occasione per esercitarsi in atteggiamenti di mansuetudine. Quelli di Gesù, dalle tentazioni alla croce. E dopo da risorto.

La mansuetudine di Gesù sembra una virtù anti-eroica, da schiavi. E Gesù usa per sé l'immagine del bue che traina l'aratro, vestito del suo giogo. Non si paragona a un toro o a un orso o a un aquila.

 

Leggi tutto: I domenica di Quaresima anno A

Don Conti: «La salvezza dell'Alto Molise-Vastese? Gli anziani»

da ecoaltomolise.net

Don Alberto e Don CiottiCASTELGUIDONE - Il futuro sono le giovani generazioni, anzi no, il futuro sono gli anziani.

L’idea, provocatoria forse ma non sarebbe la prima volta vista la fonte, arriva da don Alberto Conti, parroco di Castelguidone e direttore della Caritas diocesana di Trivento.

Il sacerdote è un attento conoscitore della realtà di assoluto disagio che si registra nei centri montani, perché da direttore Caritas ne vede di cotte e di crude. Da anni, da decenni, ha lanciato l’allarme spopolamento. Ovviamente inascoltato dalla classe politica di zona, perché un «prete deve solo dire la messa».

Ma siccome don Alberto è stanco di celebrare solo funerali, ecco che rilancia nel dibattito politico una sua idea. «Il futuro, per questi nostri paesi, sono glianziani, i pensionati».

Leggi tutto: Don Conti: «La salvezza dell'Alto Molise-Vastese? Gli anziani»

VIII domenica t.o. Anno A

Is 49, 14-15
Sal 61
1 Cor 4, 1-5
Mt 6, 24-34

Dio o il denaro. Sono come due anelli a cui aggrappare le mani. Ma rispetto alla specialità ginnica di Iuri Chechi, i due anelli sono talmente distanti che non si possono tenere contemporaneamente. Alla fine con tutte e due le mani si devono aggrappare a un solo anello.

La vita di fede sembra vivere di uno strano paradosso che ci mette in tensione ma che non attiva una dinamica perversa di autocontraddizione o di opposizione inconciliabile (come quella di adorare e cercare Dio e il denaro insieme).

 

Leggi tutto: VIII domenica t.o. Anno A

Una legge regionale per limitare il gioco d'azzardo: sì, ma non basta

È stata approvata in Molise la proposta di legge "Disposizioni per la limitazione del gioco d'azzardo patologico e la prevenzione della ludopatia". La proposta di legge promuove azioni di contrasto al gioco d'azzardo, di prevenzione e di recupero dei soggetti affetti da patologie a esso connesse, coerentemente con quanto previsto dal decreto legge 8 novembre 2012, n. 189.

Società a rischio. Il fenomeno "ludopatia" in Molise coinvolge circa il 57% della popolazione totale, che dichiara di aver giocato almeno una volta nel corso degli ultimi dodici mesi. Cifre che hanno suggerito la necessità di una legge sul tema. "Più che una legge 'di contenimento' avrei auspicato una legge di repressione del fenomeno", sostiene don Alberto Conti, direttore della Caritas di Trivento. "Le disposizioni previste identificano un problema che esiste, per questo mi chiedo il perché non si sia pensato di diventare la prima regione d'Italia senza 'macchinette' - aggiunge il sacerdote -. Una legge tesa alla limitazione, inoltre, è ancora monca e poi non credo che i cinquecento metri dai luoghi sensibili per la concessione di licenze bastino: perché non cinque chilometri?". 

Leggi tutto: Una legge regionale per limitare il gioco d'azzardo: sì, ma non basta

VII domenica del t.o. Anno A

Lv 19, 1-2.17-18
Sal 102
1 Cor 3, 16-23
Mt 5, 38-48

Le tre letture di oggi, all'unisono ci dicono: Dio non delude perché non illude. Ma vivere il vangelo costa, anche la vita. Si salva chi perde la vita per il vangelo e per i nemici.
Gesù chiede di essere perfetti come il Padre e non come vorremmo noi. Ci chiede di avere la sapienza di Dio e di non seguire i nostri pensieri. Ci chiede di obbedire ai comandi di Dio e non alle regole umane.

Il messaggio etico del cristianesimo è duro. O meglio repellente. Non è ama il coniuge, i figli. Ma ama nemici. Il Levitivo lo chiedeva agli ebrei come regola interna. Gesù la estende a tutti, nemici interni ed esterni.

Leggi tutto: VII domenica del t.o. Anno A

Pagina 14 di 32

Omelie di Papa Francesco

Le omelie di Papa Francesco della Messa che ogni mattina celebra nella Domus Santa Marta.
Papa Francesco

Quattro risate

risate21112014

Nella bacheca di una chiesa si legge questo avviso: Care signore non dimenticate la vendita di beneficenza! E' un buon modo di liberavi di quelle cose inutili che vi ingombrano la casa. Portate anche i vostri mariti.

Parole di speranza

Occorrono uomini e donne che sappiano unire ad una sana ispirazione cristiana una sicura preparazione professionale alla politica. Non possiamo essere solo la coscienza critica che grida e si lamenta, dobbiamo impegnarci e agire nei campi sociali, politici e culturali; entrare nelle associazioni e negli organismi democratici e rappresentativi e dare il nostro contributo di pensiero e di azione in difesa dei diritti di tutti, ma specialmente della dignità e della libertà della donna e del bambino, dell’anziano, del debole e dell’ammalato.

Albino Luciani (Giovanni Paolo I)

Bacheca Parrocchiale


Anno pastorale 2014

Orario Sante Messe

Festivo:
ore 9:00, ore 11:00

Feriale: ore 17:45

Ogni primo giovedi del mese:
ore 16:45 S. Messa e Adorazione Eucaristica, ore 17:45 Rosario

Ogni mercoledi:
ore 21:00 Lectio Divina

Cerca un Sito Cattolico

Area riservata



Joomla templates by Joomlashine